azienda
  •  
  • Azienda

Isolgomma


L'arte del silenzio

Isolgomma, fin dalla sua nascita 1972, sviluppa prodotti e soluzioni per l’isolamento acustico e termoacustico per migliorare la qualità della vita. La costante evoluzione dei prodotti e una particolare attenzione al comfort e all’ambiente hanno portato Isolgomma ad operare anche nel settore ferroviario ed industriale con soluzioni dedicate all'attenuazione delle vibrazioni.

Oggi Isolgomma ricopre una posizione di rilievo nel mercato italiano ed internazionale per lo sviluppo di soluzioni eco-compatibili. Con l’utilizzo di tecnologie moderne e la costante evoluzione dell’industrializzazione nei processi produttivi, Isolgomma realizza prodotti in fibra e granuli di gomma riciclati, unici per le loro caratteristiche tecniche e acustiche, protetti da brevetti internazionali. Con uno speciale processo di macinazione, Isolgomma è in grado di riciclare gomme del tipo SBR (Stirene Butadiene Rubber) ed EPDM (Ethylene Propylene Diene Monomer) per produrre materassini e pannelli di vari spessori e densità. Con diverse linee produttive, quali presse a caldo e a freddo, linee di accoppiaggio e linee di taglio, si ottengono articoli eco-compatibili a basso impatto ambientale.

La produzione di articoli con elevate prestazioni acustiche e termoacustiche permette di soddisfare un mercato esigente e complesso, in continua evoluzione. La missione dell'Azienda è di porsi come punto di riferimento a livello internazionale nella produzione di prodotti per l'isolamento acustico, termo-acustico e l'isolamento contro le vibrazioni per il settore delle costruzioni, quello ferro-tramviario, e per applicazioni su macchinari industriali.

Nel futuro Isolgomma continuerà ad investire nello sviluppo di prodotti innovativi per soluzioni ad elevato comfort acustico a beneficio di tutti i settori di applicazione, mantenendo costante il proprio impegno per la salvaguardia dell'ambiente.


Storia


La storia in breve:
  • 1972

    Nasce ISOLGOMMA S.r.l. a Vicenza, dall'idea di Bruno Grazioli, pioniere nello sviluppo prodotti in gomma riciclata per l'edilizia.

  • 1985

    Prende il via la produzione e la vendita della linea Roll, materassini per l'isolamento al calpestio.

  • 1986

    Prima applicazione nel settore del trasporto ferrotranviario, sulla linea D della metropolitana di Lione.

  • 1993

    La gamma di prodotti viene implementata con la linea Mustwall per l'isolamento acustico di pareti.

  • 1999

    Trasferimento della società ad Albettone (VI).

  • 2001

    Isolgomma ottiene la certificazione di qualità ISO 9001.

  • 2002

    Inaugurazione del Centro di Ricerca dedicato al settore ferrotranviario a Pozzuoli (NA).

  • 2005

    Inizia la produzione e vendita della nuova linea Grei per l'isolamento di pavimenti.

  • 2008

    Costruzione del Laboratorio interno di acustica, sviluppato in collaborazione con il Dipartimento di Fisica Tecnica dell'Università di Padova secondo le prescrizioni dettate dalla norma in vigore.

    Isolgomma ottiene le certificazione di ISO 14001 e OHSAS 18001.

  • 2009

    Prendono il via produzione e vendita di materiali per l'isolamento termoacustico per pareti in cartongesso.

  • 2010

    Innovazione nella produzione delle linee dedicate alla pavimentazioni di sicurezza di aree gioco e sportive.

  • 2011

    Lancio delle SylcerSylwoodRewall e Upgrei dedicate alla ristrutturazione e al risanamento in edilizia.

  • 2012

    Lancio della nuova gamma Megamat per l'isolamento delle vibrazioni.

  • 2013

    Costruzione della nuova sala meeting, dove vengono organizzati corsi di approfondimento, seminari e meeting per la formazione ed informazione degli addetti ai lavori.

  • 2014

    Sviluppo delle nuove soluzioni per l'isolamento dei solai in Legno, in base al know-how di Isolgomma nel settore dell'edilizia.

  • 2015

    Trasferimento e sviluppo del centro di ricerca dedicato al settore ferrotranviario ad Albettone (VI).

  • 2016

    Sviluppo della nuova linea Highmat sviluppata per raggiungere livelli di isolamento acustico estremamente elevati su solai con la tecnologia del massetto galleggiante.

    Apertura Isolgomma Gmbh – nuova filiale in Germania.

  • 2017

    Lancio delle nuove linee Point 17 per l'isolamento al calpestio di solai ad elevato spessore e della linea Sylpro AD per la protezione meccanica di membrane impermeabilizzanti.
    Ingresso sul mercato degli assorbitori acustici, nascono le linee Design, Space e Technical.

La storia di un successo

"Isolgomma produce e distribuisce da più di 40 anni articoli e soluzioni per l'isolamento acustico e dalle vibrazioni al fine di migliorare la qualità della vita.

Isolgomma nasce nel 1972 a Vicenza per iniziativa di Bruno Grazioli, pioniere nello sviluppo dei prodotti in gomma riciclata e produce materiali per l'isolamento acustico al calpestio in anni in cui non era ancora richiesto che gli edifici rispettassero le normative specifiche e gli standard di qualità.

Nei primi anni di vita l'azienda ha impiegato tecnologie sempre all'avanguardia e ha saputo creare prodotti innovativi con alte prestazioni, coperti da brevetti internazionali e fornendo soluzioni adeguate per ogni esigenza del cliente.

    Successivamente la società decide di espandersi verso nuovi settori, primo su tutti quello dei trasporti ferrotranviari e nel 1986 viene eseguita la prima fornitura di materassini antivibranti per una linea di Lione, in Francia. Nel frattempo alla gamma dei prodotti esistenti si aggiungono nuovi soluzioni per l'isolamento acustico di pareti.

    L'azienda nel 1999 trasferisce tutte le sue attività di produzione e ricerca nel nuovo stabilimento di Albettone e nel 2001 ottiene la certificazione ISO 9001.

    A partire dal 2002 la società inizia una collaborazione proficua con l'Università degli studi di Napoli - Federico II, dedicandosi alla ricerca di nuovi prodotti per le applicazioni ferroviarie di superficie, di galleria e sotterranee. Viene inaugurato il centro di ricerca di Pozzuoli.

    Negli anni successivi Isolgomma ha conseguito le certificazioni ISO 14001 e OHSAS 18001 che hanno fatto della società un marchio conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.

    Ulteriori investimenti per incentivare l'area R&S sono stati sostenuti a partire dal 2008 con la costruzione del laboratorio interno di acustica, sviluppato in collaborazione con il Dipartimento di Fisica Tecnica dell'Università di Padova secondo le prescrizioni dettate dalla norma ISO 140-1.

    Lo studio e la creazione di prodotti eco-compatibili e la realizzazione di articoli altamente performanti hanno reso Isolgomma un'azienda di eccellenza sia per il mercato italiano che straniero nei settori dell'edilizia, dell'industria, dei trasporti e delle pavimentazioni speciali fino ad aprire il primo ufficio di vendita a San Paolo - Brasile nel 2012.

    Negli anni successivi l'azienda si è specializzata sempre più nella realizzazione di sistemi innovativi applicabili per l'isolamento delle vibrazioni e di nuove linee dedicate alla ristrutturazione e al risanamento in edilizia".


    Certificazioni


    I certificati Isolgomma

    Isolgomma è certificata UNI EN ISO 9001:2000 dal 2001 e nel 2008 ha ottenuto altre due importanti certificazioni quali UNI EN ISO 14001:2004 riguardante la riduzione dell'impatto ambientale e OHSAS 18001:2007 riguardante i rischi sul lavoro.

    UNI EN ISO 9001:08
    Certificato ISO 9001
    Download
    UNI EN ISO 14001:2004
    Certificato ISO 14001
    Download
    OHSAS 18001:2007
    Certificato OHSAS 18001
    Download

    Produzione


    Processi produttivi all'avanguardia

    Con l’utilizzo di tecnologie moderne e il costante sviluppo dell’industrializzazione dei processi produttivi, Isolgomma realizza prodotti in fibra e granuli di gomma riciclati, unici per le loro caratteristiche tecniche e acustiche, protetti da brevetti internazionali.

    Con uno speciale processo di macinazione Isolgomma è in grado di riciclare gomme del tipo SBR (Stirene Butadiene Rubber) ed EPDM (Ethylene Propylene Diene Monomer) per produrre materassini e pannelli di vari spessori e densità.

    Con diverse linee produttive, quali presse a caldo e a freddo, linee di accoppiaggio e linee di taglio, si ottengono articoli Eco-compatibili a basso impatto ambientale.

    Isolgomma

    Isolgomma

    Sostenibilità e LEED

    ®

    Come contribuisce ISOLGOMMA all’Ecosostenibilità?

    Sempre più i materiali che si utilizzano in edilizia devono essere ecosostenibili per garantire il più basso impatto ambientale.

    Isolgomma si è sempre distinta nell'utilizzo di materie prime rigenerate e riciclate selezionate con processi accurati, infatti i nostri prodotti sono composti per almeno il 92% da materiali riciclati. Garantiscono soluzioni a ridotto impatto ambientale, a favore di uno sviluppo sostenibile, preservando l'ambiente naturale e la qualità della vita.

    Isolgomma opera secondo i sistemi di gestione ambientale come da norma UNI EN ISO 14001 e di sicurezza come da OHSAS 18001.

    La nostra politica ambientale non è solamente rivolta al prodotto ma coinvolge tutto il processo produttivo attraverso l'analisi dettagliata dell'LCA (Life Cycle Assessment - Valutazione del Ciclo di Vita).

    L'LCA è un metodo utilizzato per valutare il potenziale impatto ambientale di un prodotto dalla sua nascita fino al termine del suo percorso di utilizzo.

    L'attenzione al reperimento delle materie prime, la lavorazione, la limitazione delle emissioni in atmosfera, il packaging, la distribuzione, l'uso e la dismissione dei materiali di scarto, sono studiate per limitare l'uso delle risorse e degli inquinanti.



    Cos’è il LEED®?

    LEED® è un sistema di certificazione della sostenibilità degli edifici che considera l’efficienza energetica, la gestione delle acque, il sito sul quale l’immobile è costruito, i materiali e le risorse con le quali è stato edificato e la qualità interna degli ambienti in termini di salubrità dell’aria e comfort termico. È quindi importante che i prodotti che realizzano la struttura e l’allestimento dell’edificio possano dimostrare ed esplicitare la propria conformità ai criteri dello standard e/o i contributi che possono apportare per la soddisfazione degli stessi criteri.

    La certificazione degli edifici LEED® fu introdotta negli Stati Uniti nel 1993 dall’US Green Building Council, associazione no profit che ha portato ad una profonda innovazione del mercato dell’edilizia: nel mese di settembre 2009 conta più di 15.700 soci nel mondo e la certificazione LEED® è diffusa in oltre 40 paesi in tutto il mondo. Tale sistema permette di certificare la sostenibilità ambientale ed economica degli edifici, promuovendo la progettazione, la cantierizzazione, la gestione quotidiana, i materiali impiegati e le performance energetiche.

    In LEED®, vengono fissati specifici requisiti misurabili, dal consumo delle risorse ambientali a quello energetico, alla qualità dell’ambiente interno, che definiscono il livello di eco-compatibilità degli edifici. Il mondo delle imprese in questo sistema assume un ruolo di leadership nel promuovere la sostenibilità dell’abitare, il comfort e la qualità della vita.

    Il LEED® è inoltre un sistema flessibile e articolato in 5 protocolli:

    • LEED® 2009 NUOVE COSTRUZIONI E RISTRUTTURAZIONI (Building Design & Construction – Schools – Core & Shell) - rilasciato nell’aprile 2010 è rivolto ad edifici ad uso commerciale, istituzionale e residenziale oltre i quattro piani abitabili.
    • LEED® PER LE SCUOLE – pensato per la certificazione della qualità e della sostenibilità ambientali degli edifici scolastici.
    • GBC HOME – uno strumento per la progettazione e la realizzazione di edifici ad uso residenziale, singole unità familiari, case a schiera, condomini di piccole dimensioni ed edifici ad uso misto prevalentemente ad uso residenziale.
    • LEED® PER GLI EDIFICI ESISTENTI (EBOM - Existing Buildings Operation & Maintenance) – uno strumento rivolto a tutte le diverse tipologie di edifici esistenti contemplati in LEED® 2009 Nuove costruzioni e Ristrutturazioni e si occupa di tutte le operazioni di gestione ed uso di un edificio esistente con almeno 12 mesi di occupazione.
    • GBC ECOQUARTIERI (ND - Neighborhood) – uno strumento per la progettazione e la pianificazione di aree urbane nuove o da rivitalizzare. Edifici, infrastrutture, strade, spazi aperti, sono quindi solo alcuni degli elementi che vengono contemplati all’interno del protocollo stesso.

    I vantaggi competitivi per coloro che adottano gli standard LEED, siano essi professionisti o imprese, sono identificabili soprattutto nella grande qualità finale del manufatto, nel notevole risparmio di costi di gestione che questi edifici permettono di ottenere se comparati con edifici tradizionali e nella certificazione da parte di un ente terzo.

    Quali sono i livelli di certificazione?

    Ogni protocollo si struttura in diverse sezioni organizzate in prerequisiti e in crediti. Il soddisfacimento dei prerequisiti di ogni area tematica è obbligatorio affinché l’intero edificio possa ottenere la certificazione. I crediti possono essere scelti in funzione delle caratteristiche del progetto

    I protocolli LEED® 2009 ITALIA NUOVE COSTRUZIONI E RISTRUTTURAZIONI come il protocollo LEED® PER LE SCUOLE, GBC HOME, LEED® PER GLI EDIFICI ESISTENTI sono suddivisi in 7 aree tematiche:

    Certificazione LEED® aree tematiche

    Ogni area tematica è strutturata in prerequisiti, crediti centrali e crediti per l’innovazione.

    La certificazione LEED® è rilasciata all’ edificio e non ai singoli prodotti. I prodotti giocano un ruolo fondamentale per il punteggio finale attribuito all’edificio dato che contribuiscono all’ottenimento di più crediti LEED®.

    Per conseguire la certificazione è necessario obbligatoriamente conseguire tutti i prerequisiti e parte dei crediti: il punteggio complessivo ottenuto in tal modo può consentire di arrivare al livello di certificazione LEED® desiderato. La somma dei punteggi dei crediti determina il livello di certificazione dell’edificio. Il risultato valido si colloca tra 40 e 110 punti, e consente di conseguire una certificazione Base, Argento, Oro o Platino.

    Certificazione LEED®
    Che cos’è la Mappatura prodotti standard LEED®?

    "Mappatura dei prodotti" è il termine creato per identificare l'analisi dei singoli prodotti di un'azienda in termini di sostenibilità energetica e ambientale rispetto allo standard LEED®. È di fatto una verifica di una terza parte volta a dimostrare che il singolo prodotto è conforme a uno o più crediti LEED®. Ogni azienda, che abbia interesse ad essere competitiva, deve mappare i propri prodotti per avvicinarsi ad un sistema di produzione necessariamente sempre più attento alle problematiche della sostenibilità e del risparmio energetico.

    Certificazione LEED® Isolgomma fornisce per ogni linea di prodotto il grado di contribuzione ai crediti LEED® in quanto socio ordinario di GBC Italia, perchè da sempre attenta all’impatto che il mondo delle costruzioni esercita sull’ambiente che ci circonda e come la qualità dei nostri edifici abbia importanti ripercussioni sul benessere delle persone che vi abitano.



    Certificazione LEED® Tutti i prodotti Isolgomma sono inoltre presenti sul nuovo portale Greenmap.it, il primo database italiano di prodotti per le costruzioni conformi ai requisisti dei crediti LEED®. Greenmap è la mappa per scovare il giusto prodotto o materiale da costruzione sostenibile per l'applicazione desiderata.


    GUIDA DI RIFERIMENTO CREDITI LEED® PER I PRODOTTI ISOLGOMMA


    ENERGIA E ATMOSFERA (EA)
    Prestazioni energetiche minime
    EA Prerequisito 1
    Ottimizzazione prestazioni energetiche minime
    EA Credito 1
    Prestazioni minime dell'involucro opaco
    EA Prerequisito 2
    Prestazioni avanzate dell'involucro opaco
    EA Credito 2
    MATERIALI E RISORSE (MR)
    Gestione dei rifiuti di costruzione
    MR Prerequisito 2
    Gestione dei rifiuti di costruzione
    MR Credito 2
    Contenuto di riciclo

    MR Credito 4
    Materiali estratti, lavorati e prodotti a distanza limiata
    MR Credito 5
    QUALITÀ AMBIENTALE INTERNA (QI)
    Acustica
    QI Credito 11
    Solo per LEED® SCUOLE
    Prestazioni acustiche minime
    IEQ Prerequisito 3
    Prestazioni minime dell'involucro opaco
    IEQ Credito 9

    È possibile scaricare la documentazione completa relativa alla certificazione di sostenibilità ambientale LEED, dove sono raccolte tutte le informazioni in merito all’inquadramento dei prodotti ISOLGOMMA in riferimento ai protocolli.

    I PRODOTTI ISOLGOMMA E LA CERTIFICAZIONE LEED® - scarica tabella BROCHURE SULL’ECOSTOSTNIBILITÀ & LEED® - scarica libretto REPORT DI MAPPATURA LEED® DEI PRODOTTI ISOLGOMMA - scarica pdf

    Come si ottiene la certificazione LEED®?

    È bene conoscere in dettaglio tutto il processo che porta ad ottenere la certificazione per un immobile ecosostenibile. Questo è necessario soprattutto per chi realizza il progetto stesso, ma anche per chi in futuro dovrà acquistarlo, in modo da conoscere i costi effettivi che possano imputarsi al livello di certificazione ottenuto e per il quale si acquista l'immobile.

    Sarà necessario semplicemente attenersi alle istruzioni previste dal Green Building Council.

    1° Passo: Registrazione Online presso GBCItalia.org
    Il primo passo sara' quello di registrare online l'edificio che si intende certificare. Per questo nel sito della GBC sara' presente un'apposita pagina dove l'utente potra' inserire il titolo del progetto, l’ubicazione dell'edificio, la data di inizio e fine lavori prevista e la superficie occupata, e il livello di certificazione che ci si aspetta.

    2° Passo: Prepararazione della documentazione
    Per ciascun credito e/o prerequisito LEED® dovrà corrispondere un'unica richiesta dei documenti che dovranno essere precipuamente preparati, come parte del processo di registrazione. Una volta raccolta la necessaria documentazione, una richiesta formale deve essere inoltrata attraverso il sito del Green Building Italia online; il responsabile del progetto potrà quindi procedere a caricare direttamente sul server del Green Building Italia anche il materiale relativo a giustificare i crediti LEED® e così dare inizio al processo di disamina degli stessi.

    3° Passo: Presentazione della documentazione
    Prima di ottenere la Certificazione, il responsabile del progetto dovrà sottoporre la documentazione completa attestante il soddisfacimento di tutti i prerequisiti ed almeno il numero minimo di crediti richiesti per ottenere la Certificazione, tanto quanto i moduli di informazione generale debitamente compilati. A seguito del completamento della domanda, verrà avviata ulteriore formale disamina della medesima.

    4° Passo: Revisione della documentazione
    Il processo di verifica differisce leggermente tra i differenti standard LEED®. Una volta che la disamina della richiesta sarà completata, il progettista potrà accettare il responso finale od opporsi, appellando la decisione finale.

    5° Passo: Certificazione
    Tutti i progetti LEED® approvati riceveranno formale Certificato di riconoscimento.

    Certificazione LEED®
    Perchè acquistare/costruire un’abitazione certificata LEED®?

    Un immobile certificato LEED® si distingue da qualsiasi altro immobile per avere degli spazi più sani in cui vivere o lavorare, per permettere il risparmio energetico tramite l'ottimizzazione delle risorse usate e per garantire un minor impatto ambientale.
    Molti sono i benefici per chi acquista una casa progettata secondo gli standard LEED®, ad iniziare da quelli relativi alla propria salute. Infatti, viviamo all'interno di edifici chiusi, che siano le nostre abitazioni, i nostri uffici o altri ambienti di lavoro, per il 90% del nostro tempo, e spesso non ci rendiamo conto che questi ambienti possono essere più inquinati e nocivi anche di quelli esterni. Colpa dei materiali con cui sono costruiti gli edifici e dei prodotti che li compongono o li arredano, spesso realizzati con sostanze nocive o tossiche e concepiti senza cura della salute delle persone che ci entrano in contatto: molti di questi materiali infatti sono in grado di emettere un elevato numero di sostanze chimiche, che noi inaliamo costantemente e senza rendercene conto.

    Una casa certificata LEED® invece, è stata progettata mettendo come priorità principale l’impatto sulla salute dei suoi abitanti. La qualità dell'aria è migliore rispetto a quella delle altre case, e questo aspetto viene particolarmente apprezzato da tutti gli acquirenti sensibili a queste tematiche. Gli spazi chiusi quando sono più sani tutelano la salute dell'uomo e contribuiscono a migliorarne la qualità della vita.

    In una casa LEED® i materiali impiegati devono essere interamente o in parte riciclati, naturali o rigenerabili. L'ottimizzazione delle superfici finestrate, per aumentare in maniera naturale la luce utilizzando le fonti provenienti dall'esterno; l'utilizzo di materiali di costruzione termoisolanti, che riducono le dispersioni di calore e dunque le necessità di riscaldamento o condizionamento della temperatura interna. In una casa LEED® i consumi di energia per il riscaldamento, condizionamento ed illuminazione calano: un edificio ben progettato può consumare dal 30% fino all'80% dell'energia totale in meno rispetto ad un edificio tradizionale!

    Pertanto una casa certificata LEED® conviene sia agli acquirenti che ai costruttori, in quanto significa anche per questi ultimi di godere di un’immagine privilegiata nei confronti dei potenziali clienti, dimostrando loro che l'immobile costruito o ristrutturato risponde a rigorosi e controllabili standard ecologici, certificati da una terza parte indipendente e riconosciuta. Un immobile certificato LEED® ha un valore aggiunto e dunque gode di una maggiore attrattiva commerciale, a cui si può giustificare un ragionevole incremento del valore economico.

    Certificazione LEED®